Oggi si consiglia…a chi cambia lavoro

Copia di meals

Quando si cerca lavoro si dice sempre che i momenti migliori sono gennaio e settembre. In questi due mesi si avviano nuove attività e progetti e si dà un cambio al personale. Si liberano posizioni, le bacheche di annunci si ripopolano. Nell’ottica del desiderio di cambiamento che settembre scatena, anche il lavoro è un aspetto importante. Chi ha da tempo lo stesso lavoro, dopo la pausa estiva, potrebbe trovare intollerabili alcuni aspetti o alcuni colleghi; chi invece è alla ricerca, con settembre si trova motivato e pieno di energia. Soprattutto di questi anni non è di sicuro un compito facile e allora, per far vedere che tutti possono cambiare lavoro, si consiglia La sovrana lettrice di Alan Bennet.

Non aveva mai avuto molto interesse per la lettura. Leggeva, naturalmente, ma la passione per i libri la lasciava agli altri. Era un hobby e la natura del suo mandato non prevedeva hobby. Il jogging, il giardinaggio, gli scacchi, l’alpinismo, l’aeromodellismo, la decorazione delle torte… No. Gli hobby implicavano predilezioni e le predilezioni andavano evitate; prediligere significava anche escludere. Quindi lei non prediligeva.

Essere La Regina non vuol dire essere liberi di fare ciò che si vuole. La vita è scandita da impegni con orari precisi, bisogna rispettare un “code” in pratica per ogni cosa. La lettura non ha di sicuro spazio in una vita così organizzata. Dove potrebbe leggere la Regina? Forse di nascosto in carrozza quando si reca a qualche pranzo di gala? L’arrivo di un libraio ambulante dalle parti del palazzo innesca una vera e propria rivoluzione: di libro in libro, la Regina scopre che leggere le piace, e anche tanto! Diventa vorace, le parole scritte hanno per lei la precedenza su tutto, anche sul rispetto del protocollo e dei programmi giornalieri. Possono forse dei miseri libri minare le basi di una delle monarchie più longeve e famose del mondo?

Alan Bennet è tesoro nazionale britannico. Garbatamente divertente e di recente ancora più famoso per la trasposizione di The lady in the van con l’immensa Maggie Smith, con La sovrana lettrice ha conquistato i lettori di tutto il mondo. Una commedia divertente su quanto i libri possano essere fagocitanti e sul loro immenso potere: se possono deformare i muri, possono anche portare la Sovrana a scegliere di cambiare o abbandonare il suo lavoro. Non è facile, non è da fare a cuor leggero, nemmeno se sei la regina con il regno più lungo della storia del proprio paese alle spalle. Però si può fare se si è coadiuvati da buoni libri.

Jules

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...