Baddha Konasana: in omaggio all’India

YFR ciabattino

 

Lettere arrotondate ridotte ad un color fango secco sbiadito formano la scritta IL BAZAAR DELLE SPEZIE. Dentro, pareti costellate di ragnatele in mezzo alle quali pendono scolorite le immagini degli dèi indiani dai tristi occhi ombrosi. E in ogni angolo, esalati da chi è entrato qui, ammonticchiati tra i bioccoli di polvere, i desideri. Tra tutti gli oggetti della mia bottega, la presenza più antica. Perché persino qui, in questa terra nuova che è l’America, in questa città orgogliosa di rinascere a ogni palpito del cuore, sono sempre le stesse cose a destare le nostre brame, ancora e ancora.

Pensando allo yoga, viene naturale l’associazione con l’India, culla di questa pratica. Visto che questo mese faccio esattamente un anno come “yogina”,  vorrei che sia l’asana che il libro fossero un atto di omaggio a questa nazione.  Da una posizione che si può trovare in ogni strada d’India a un romanzo che è con me da ormai quasi un decennio: Baddha Konasana e La maga delle spezie di Chitra Banerjee Divakarumi.

Partiamo dalla posizione (e ringrazio Cecilia Gandolfi di Mappamundi Yoga per le note tecniche) di Baddha Konasana: baddha significa «legato», «trattenuto»; kona può essere interpretato come «angolo» e, in maniera più incerta, «aquila». Etimologicamente si traduce come «posizione dell’angolo trattenuto» ed è tipica dei ciabattini indiani seduti nei loro negozietti di strada; viene infatti comunemente chiamata «posizione del ciabattino». Per entrare in posizione, si avvicinano i talloni al pube e si premono i piedi l’uno contro l’altro in modo che le piante combacino e le ginocchia siano libere e, man mano che ci si rilassa, possano scendere lateralmente verso terra. La colonna vertebrale si distende, allungando la zona cervicale e mantenendo il mento leggermente verso il basso. Come sempre, i benefici sono molteplici: aiuta a prevenire la formazione di ernie del disco nella zona lombare e a ridurre il dolore nel caso si soffra di sciatalgia o lombosciatalgia, rilassa e distende i muscoli pelvici e dell’interno coscia e sviluppa la flessibilità di anche, ginocchia e caviglie riequilibrando artrosi a livello femorale, dell’anca e del ginocchio. Attenzione solo se si è subito un trauma, o si soffra di un disturbo cronico o sia stato sottoposto recentemente a un intervento chirurgico alle ginocchia, anche o zona pelvica. La posizione è ottima per la meditazione e si può tranquillamente tenere anche nei momenti di lettura.

Tilo porta il nome dei semi di sesamo. Nei panni di un’anziana e curva signora, dalla sua bottega nel centro di San Francisco, dispensa spezie ed incantesimi. Cannella, per il coraggio, polpa di mango, per una bellezza abbagliante, trigonella, per il desiderio. La maga dovrebbe attenersi a una serie di regole: mai affezionarsi a chi le chiede aiuto, non intervenire personalmente e ricordare che solo le spezie sono eterne ed importanti. Tilo però è ribelle, passionaria e con le mani di lava e le vite che vede passare sotto i suoi occhi e il fascino del caos fuori dai muri della bottega, la porteranno ad infrangere i regolamenti.

Considero la posizione del ciabattino un filo che unisce la mia vita sportiva e da lettrice pre- yoga. Quando giocavo a pallavolo, era un classico esercizio per riscaldare le anche; da lettrice (e quando ero più flessibile) riuscivo a stare a lungo in questa posa immersa nel romanzo di turno. La trovavo molto più comoda delle classiche gambe incrociate. Quando l’ho ritrovata, mi sono sentita più a casa e l’ho associata a questo romanzo che mi accompagna, con varie riletture, da diversi anni. Per una pratica che rende omaggio all’India, in tutte le sue forme, dallo yoga alla letteratura, e alla meditazione che può accomunare entrambe.

Jules

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...