Oggi si consiglia a…chi vuole rimettersi in forma

bookcard-vento

Ottava consapevolezza: di pedalare e imparare non si finisce mai. In una settimana ho visto paesaggi che non immaginavo: polvere, boschi, erba, nuvole e pioggia, nebbia e rugiada, asfalto e strade bianche. Ho scoperto un fiume che scorre a 50 metri da casa mia e che non conoscevo (e non pretendo di aver conosciuto del tutto, neanche lontanamente). Ho imparato che la colazione è il pasto più importante per il corpo. (…) Ho visto gente che pedalava, e quanto pedalava.

Lo so, è presto. O quanto meno lo sembra. Però la primavera è nell’aria. Già immaginiamo i primi tepori, i fiori, i vestiti più leggeri che vogliono significare una sola cosa: bisogna rimettersi in forma! Non sto sfruttando un logoro clichè, ma è un dato di fatto che il boom delle iscrizioni in palestra si abbia proprio in questo periodo, quando si è fermamente determinati a perdere il confortante strato invernale e affrontare leggeri e fiduciosi la rinnovata bella stagione. Non tutti sono sportivi di natura. Se tra questi refrattari allo sport c’è anche qualche lettore, ecco un consiglio per far venire voglia di darsi alla bicicletta.

Pedalando nel vento. In bici da Torino a Venezia, di Pino Pace ed edito per Zandegù è un reportage di viaggio. Vento prende il nome dalla fusione delle città di Torino e Venezia, punto di partenza e arrivo di una pista ciclabile nata da un progetto del Politecnico di Milano. 3 documentaristi, 5 ciclisti, 679 chilometri, 4 animali e 9 consapevolezze forniscono un breve ed emozionale resoconto di una delle prime traversate di questo novello cammino di Santiago. Passando per paesaggi guareschiani attraverso realtà che, sebbene vicine a noi, non si conoscono appieno, ci si rende conto che questo viaggio nulla ha da invidiare ad un più classico on the road su contrade lontane. Trasporta l’attività fisica nel mondo della letteratura e della poesia e fa venire voglia di abbandonare, solo un per un po’, le pagine dei libri e vedere questa grande strada. In modo da poter poi tornare sulla carta e confrontarsi con le esperienze vissute.

Da abbinare ad occhiali Ray-Ban che fanno tanto on the road. Il volume è disponibile in versione ebook, in modo da poterlo portare comodamente con sè anche durante le lunghe biciclettate che ora sarete invogliatissimi a fare. Magari a partire da domani, dai!

Jules

Per chi fosse interessato al progetto, può trovare maggiori informazioni sulla ciclovia Vento proprio qui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...