Libri del lunedì: sognando di viaggi lontani

bookcard-corto-maltese

Ci sono a Venezia tre luoghi magici e nascosti: uno in calle dell’Amor degli Amici, un secondo vicino al ponte delle Maravegie e il terzo in calle dei Marrani, nei pressi di San Geremia in Ghetto Vecchio. È qui che si rifugiano i veneziani quando sono stanchi delle autorità costituite, in queste corti segrete in cui si aprono Porte che li conducono per sempre in posti bellissimi e in altre storie…

Una delle mete più sognate e visitate dai turisti di tutto il mondo è Venezia. L’incantevole cisttà lagunare racchiude fama di romanticismo, arte, magia e offre un’ampia apertura sul mondo facendo sognare di luoghi ancora più lontani, pronti per essere raggiunti con una delle tante navi che si vedono in porto. Anche per me che ci abito vicino e talvolta ci lavoro non ha ancora perso una briciola del suo fascino: l’ho vista con ogni tempo e in ogni stagione e non smette mai di commuovermi, anche quando il vaporetto è stracolmo o resto intasata in una calle per permettere all’ennesimo turista di fare la foto all’ennesima altana.

In attesa che arrivi la primavera e con essa la concreta possibilità di programmare una vacanza o un viaggio, mi affido al mio viaggiatore preferito, ovvero Corto Maltese. Alcune avventure del gentiluomo di fortuna sono ambientate nella Serenissima e pochi altri posti si adattano così bene al suo spirito sognante. Per offrire a tutti i lettori la possibilità di ricalcarne le orme, è disponibile per Rizzoli Lizard Corto Sconto, la guida di Corto Maltese alla Venezia nascosta. Si viene accompagnati per le vie delle storie di Hugo Pratt scoprendo ristoranti, osterie e luoghi che a volte sfuggono al turismo di massa. Si viene immersi nelle tavole acquerello degli albi a fumetti e a volte ci si perde e non si riesce a seguire l’itinerario preciso, scoprendo così altri luoghi ancora più affascinanti. Questa guida che è insieme letteraria, artistica e gastronomica permette di immergersi in Venezia anche se non si ha fisicamente la fortuna di esserci. Anche se volete solo fantasticarci su, indossate scarpe comode, perché anche girovagare con il pensiero può essere faticoso.

Oltre alle scarpe comode, consiglio di abbinare una spilla che richiami i colori della laguna. Se non ce l’avete, vi suggerisco, nel vostro girovagare per calli, di fermarvi alla piccola bottega di Càrte Venezia che offre una splendida varietà di gioielli fatti interamente in carta. Un altro punto nascosto di Venezia che merita di entrare nel sognante girovagare di questo piovoso lunedì.

Jules

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...