Relax: favole sotto l’albero

favole-domenica

Immagino sia la prima domenica di albero di Natale. Se siete tradizionalisti, giovedì 8 avete rispolverato le decorazioni e seminato aghi di pino e brillantini per ogni angolo della casa. Vale la pena godersi l’atmosfera e leggere, ben avvoltolati, vicino alle luci intermittenti. Qualunque sia la vostra età, una buona scorpacciata di favole è il modo migliore per inaugurare il periodo natalizio; adatte sia a leggere da soli che in caso di bambini per casa. Ve ne leggo giusto un paio di brani?

Nel tempo remoto non c’era nulla: non sabbia, non mare, né gelide onde; non esisteva la terra e neppure la volta del cielo, l’erba non cresceva in alcun luogo. C’era soltanto il Ginnungagap, la voragine immane. Tuttavia l’abisso degli abissi non era vuoto; vi erano in essi due mondi contrastanti: a settentrione Niflheim, la dimora delle nebbie, territorio di duri ghiacci e di nevi esistenti da innumerevoli ere; a mezzogiorno Muspell, la dimora dei distruttori del mondo, regione di fiamme e calore ardente impenetrabile allo straniero e a chi non vi era nato, poiché ai suoi estremi confini risiedeva, fin dagli inizi dei tempi. Surt il Nero, che a Ragnarok avrebbe mosso a devastare il mondo con la sua spada fiammeggiante.

Io inizio con ordine, dall’alba dei tempi nella mitologia scandinava.

Oltre a tutte le belle musiche irlandesi, egli aveva una sua aria assai strana, la più stramba che si fosse mai udita, poiché nel momento che attaccava con quella, ogni oggetto della casa pareva sul punto di ballare: piatti e ciotole tintinnavano sulla credenza, i paioli e i loro ganci dondolavano nel camino e alcuni pensarono persino di sentire le sedie muoversi sotto di loro. Ma, comunque avvenisse per le sedie, quel che è certo è che nessuno riusciva mai a starvi seduto a lungo, poiché vecchi e giovani si buttavano sempre a saltare di qua e di là più che potevano.

E poi una favola irlandese su un suonatore diabolico di cornamusa.

Chiaramente, abbinatele con cibi quali biscotti, caramelle, marshmallow: tutto ciò che fa Natale e vi fa tornare bambini va bene. Voi che favole sceglierete per questa domenica di fine ponte?

Jules

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...